Delizie Umbre #1: La torta al testo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Se dico Umbria, tu cosa pensi? Il cuore verde d’Italia, il Jazz, il teatro, il Festival dei Due Mondi, Eurochocolate. Tutto vero, ma preparati a saperne di più, a conoscere il cuore pulsante della regione, fatto di grandi materie prime, vini d’eccellenza e tradizioni culinarie con radici profonde. 

Avere la fortuna di conoscere l’Umbria significa affondare i denti in una torta al testo, gustare le piccole pepite di fagiolina del Trasimeno e inebriarsi del profumo di un Sagrantino di Montefalco. Io ho potuto farlo, grazie all’ospitalità che gli umbri mi hanno riservato, visitando alcune bellissime città: Perugia, Orvieto e Montefalco.

Orvieto è una splendida cittadina in provincia di Terni, che ospita alcune perle storiche e architettoniche, come il Duomo, gioiello del gotico italiano e il Convento di San Giovanni, sede del Palazzo del Gusto che -sorpresa- è l’obiettivo della mia visita in città. Le fresche cantine del convento garantiscono il clima ideale all’Enoteca regionale dell’Umbria, dove si possono conoscere ed apprezzare le 11 DOC e le 2 DOCG dell’Umbria. In una delle affascinanti sale del convento ho potuto cimentarmi nella mia arte preferita: la cucina.  

L’Umbria è l’unica regione in Italia che ha creato un’app dedicata alla propria tradizione eno-gastronomica. In “Enogastronomia in Umbria” è infatti possibile trovare le ricette delle tre cucine umbre principali, che corrispondono a tre territori precisi: Foligno è il centro del terreno umbro, con i suoi classici pici; Orvieto è il cuore della zona Etrusca, patria degli strangozzi; mentre l’impero romano ha affondato le sue radici in prossimità di Terni, dove si possono gustare i migliori strozzapreti. Il tratto comune delle tre correnti culinarie è l’origine contadina, data l’assenza di borghesia e di dominazione pontificia nella regione. 

La provincia Nord di Perugia ha un’indiscutibile protagonista, la torta al testo, e proprio in questa semplice ma divertente ricetta che una brava chef umbra mi ha aiutata ad ottenere i migliori risultati. Ecco per voi la ricetta aderente alla tradizione umbra direttamente dall’app Enogastronomia in Umbria.

Torta al testo
Print
Ingredienti
  1. 600g di farina 0
  2. 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  3. 1/2 cucchiaino di sale
  4. 400ml di acqua tiepida
Preparazione
  1. In una terrina mettere la farina, il bicarbonato, il sale e, poco alla volta, l'acqua. Amalgamare fino ad ottenere un impasto omogeneo e passare l'impasto così ottenuto sulla spianatoia.
  2. Lavorare con le mani per circa dieci minuti, fino a che l'impasto non risulterà di consistenza elastica e morbida, la superficie liscia ed omogenea.
  3. Stendere l'impasto con un matarello, ricordando di spolverarlo con un leggero strato di farina, fino ad ottenere un disco circolare dello spessore di circa 1 cm.
  4. Bucherellare il disco con una forchetta, cuocere sul testo, riscaldato a fuoco basso, per circa dieci minuto per lato. Tagliare a spicchi e servire la torta ancora calda.
Maria Acquaroli http://www.mariaacquaroli.it/

Come prepararsi? Innanzitutto scaricando l’app di Enogastronomia in Umbria, dove si trovano le ricette tipiche della tradizione umbra, dalle zuppe ai dolci, ai vini. 

Comments

  1. Io sono di Foligno, e i pici l’ho mangiati solo a Siena… Da noi solo strangozzi (variante degli strozzapreti), rigorosamente alla folignate (sugo piccante) o con il tartufo!
    A Terni si fanno invece le ciriole.
    Un abbraccio.

Leave a comment